lunedì 27 gennaio 2014

Igt Sicilia Pithos Bianco 2008 Cos





Il Pithos è puro Grecanico, che passa sette mesi sulle bucce e viene vinificato in giare di terracotta, come richiama giusto l’etichetta.

Nel calice l’aspetto è quello classico, inequivocabile e paradigmatico, dell’ orange wine. Mi avvicino e mi “punge” con una freschezza che, in verità, non mi sarei atteso così segnante. Riconosco una chiara espressione fruttata, sia di agrumi – arancia, lime e cedro – che di frutta tropicale ed esotica, miscelata a frutta essiccata, dattero, fico e un filo di cera d’api a chiudere.

In bocca, conserva e ripropone sia la freschezza, che gli aromi, che hanno dipinto il ventaglio olfattivo, generando un sorso assai snello e affatto tannico, marcato da acidità vibrante e con un corretto dominio del tenore alcolico. Di efficace persistenza, chiude slanciato su toni ammandorlati e tropicaleggianti, intrisi di sapida mineralità.
Gastronomico.




Racconto un altro vino di Cos a questo indirizzo:



2 commenti:

  1. Proverò la "grande giara" quanto prima, sperando di cogliere qualcosa aiutato dai tuoi descrittivi...
    Q/P ?
    Ciao
    M 50&50

    RispondiElimina
  2. Lo trovi sul web intorno ai 14 euri.
    Ciao Marco

    RispondiElimina